Contrattodilavoro

L’ultima settimana di novembre si apre con una fitta rete di incontri che porterà con molta probabilità a concludere il tema del rinnovo contrattuale dei dipendenti di Poste italiane fermo al 2012, pur se con le anticipazioni a copertura del 2013 – 2015, frutto dell’accordo stipulato dalla F.A.I.L.P. Cisal insieme ad altre OO.SS. del settore.

IL CALENDARIO DELLE RIUNIONI NAZIONALI:

- martedì 28 e mercoledì 29 novembre 2017, ore 10.00: prosecuzione confronto per il rinnovo del CCNL;

- giovedì 30 novembre 2017, ore 15.00: direttiva MIFID2;

- martedì 5 e mercoledì 6 dicembre 2017, ore 10.00: piano di riorganizzazione PCL;

- martedì 12 e giovedì 14 dicembre 2017, ore 10.00: piano di riorganizzazione PCL;

- lunedì 18 e martedì 19 dicembre 2017, ore 15.00: piano di riorganizzazione PCL;

- mercoledì 20 e giovedì 21 dicembre 2017, ore 10.00: piano di riorganizzazione PCL.

Il nuovo contratto è in cantiere e le parti stanno lavorando per affrontare le ultime tematiche rimaste in sospeso, mentre è oramai acclarato che la questione centrale della gestione delle risorse umane si orienterà verso una progressiva e controllata riduzione dei contratti PART-TIME a tempo indeterminato non volontari presenti in azienda (trasformazioni in FULL-TIME come da noi richiesto), in parallelo con una politica di reclutamento ed uscite incentivate che si proietterà insieme al nuovo Piano di Impresa di Poste italiane che l’amministratore delegato Matteo Del Fante presenterà verso la fine di dicembre .

Il sistema di assunzioni con CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO parecchio in uso oramai in quasi tutte le aziende ed anche in Poste italiane, retaggio delle agevolazioni del Jobs Act e delle incertezze dei mercati, sarà il versante in cui proietteremo la nostra attenzione per ridurre il ricorso al precariato, con soluzioni quanto più possibili vicine ai nostri orientamenti, come dei lavoratori.

Di fatto, la F.A.I.L.P. Cisal stima che una buona parte dei temi elencati nella piattaforma dell’ultimo SCIOPERO NAZIONALE dei dipendenti di Poste italiane, all’attenzione da mesi fra le parti contrattuali, stanno per trovare (ancorché mediate) positive soluzioni , come è nel ruolo di un sindacato moderno, costruttivo ed efficiente.

Il nuovo CCNL introdurrà un sistema di Previdenza sanitaria volontaria integrativa al S.S.N., con la partecipazione di Poste italiane, un sistema che si unisce a quello dei Ticket Restaurant (welfare aziendale frutto della contrattazione nazionale).

 

NOVITA’ IL RESTYLING DEI SERVIZI AL CLIENTE, PARZIALI MODIFICHE IN TALUNI CALL CENTER DI POSTE ITALIANE

L’azienda ci ha informato di una prossima ristrutturazione dei “Servizi al cliente” destinata a supportare il traffico che arriva secondo le varie tipologie.

Il documento aziendale (che alleghiamo) riporta il focus:

SITO
SERVIZIO AS IS
SERVIZIO TO BE
RICONVERSIONE
OPERATORI COINVOLTI
TUTOR COINVOLTI
PERUGIA
POSTALE
FINANZIARIO
TOTALE
22
3
PALERMO
POSTALE E ALTRI PRODOTTI
POSTE MOBILE
PARZIALE
15
0
NAPOLI
POSTALE
FINANZIARIO
PARZIALE
40
4
POSTALE
POSTE MOBILE
PARZIALE
10
0
BARI
POSTALE
ASSICURATIVO
PARZIALE
15
0

Perugia →il sito sarà interamente dedicato all’assistenza sui prodotti finanziari; Palermo il sito sarà rafforzato sull’assistenza PosteMobile in una logica di razionalizzazione dei servizi di assistenza per una quota parte dei volumi complessivi che gestisce; Napoli →il sito sarà dedicato all’assistenza sui prodotti Finanziari e sui prodotti Poste Mobile per una quota parte dei volumi complessivi che gestisce; Bari →il sito sarà dedicato all’assistenza sui prodotti assicurativi a coprire la totalità del personale.

Il nuovo assetto dovrebbe produrre una diversa griglia degli orari nel sito di Bari, dove si prevede una matrice articolata su 4 team con turni di 6 ore su 6 giorni –come quella attuale – con il seguente tempo di servizio: dal lunedì al venerdì 7.50 alle20.10; il sabato dalle 7:50 alle 14.10; la domenica riposo settimanale.

I dettagli nel documento aziendale: Trasformazione attività Contact Center 24 .11.17

 

NUOVI ORDINI DI SERVIZIO POSTE ITALIANE RIDISEGNANO ALCUNE STRUTTURE DELLO STAFF CENTRALE 

Le novità disposte dall’a.d. Poste italiane e Direttore Generale riguardano:

* MARKETING STRATEGICO MERCATO BUSINESS E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE GROUP REAL ESTATE

* AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

* RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE

* AFFARI REGOLAMENTARI E RAPPORTI CON LE AUTHORITY

* CORPORATE AFFAIRS

Le note affrontano le funzioni affidate ai singoli settori, le “mission” ed i responsabili chiamati ad assumere i vari ruoli.