Il cambiamento

Tutto calcolato! La giornata del 10 maggio è stata quella prescelta per pubblicare i risultati del primo trimestre 2018 di Poste italiane in vista del Consiglio di Amministrazione del Gruppo, convocato per il 29 maggio, che dovrà assumere importanti decisioni fra cui quelle che interessano molto il management sotto l’aspetto retributivo, come si evince da alcuni titoli dell’Ordine del giorno che è visibile nel sito web di Poste italiane all’indirizzo internet https://www.posteitaliane.it/it/comunicati/ . L’Assemblea societaria, nella parte ordinaria, sarà chiamata fra l’altro a:

  • assumere una delibera non vincolante in materia di remunerazione che illustra la politica di Poste Italiane riferita ai compensi degli Amministratori, del Direttore Generale e dei Dirigenti con responsabilità strategiche. Parimenti, la politica sulla remunerazione riferita agli esponenti facenti capo al patrimonio BancoPosta sarà sottoposta all’Assemblea medesima;
  • deliberare riguardo all’adozione di un Piano di incentivazione, destinato al personale più rilevante (cd. material risk takers) del patrimonio BancoPosta (tra cui l’Amministratore Delegato e Direttore Generale) di Poste Italiane.
  • deliberare sull’adeguamento del corrispettivo della società di revisione legale di Poste Italiane.

Rimandiamo alla lettura dei comunicati aziendali nel suo sito web, ma evidenziamo che nella giornata deputata al Working Day del 10 maggio, le OO.SS. sono state informate del contenuto e degli sviluppi del Piano Industriale “Deliver 2022″- il piano strategico quinquennale –  che era già stato oggetto di una pubblica uscita nello scorso mese di febbraio, allorché venne presentato alla Borsa Italiana nel corso del primo Capital Markets Day (giorno dedicato ai Mercati del capitale) di Poste Italiane.

Dopo due mesi le Parti (Azienda e OO.SS.) si sono incontrate il 10 Maggio 2018 nel corso dell’evento che NOI battezziamo  working social day, in cui la Dirigenza societaria ha illustrato le diverse direttrici del nuovo Piano: Introduzione ai lavori della giornata e sviluppo dei temi:  “dalla trasformazione del recapito, del Corriere Espresso e della struttura logistica”; alle Prospettive di People Strategy” ; alle Strategie e nuovo modello di servizio di Mercato Privati, Bancoposta e Poste Vita – Sviluppo dell’offerta assicurativa”.

La giornata di lavori del “CAPITAL MARKETS DAY DELIVER 2022″ ha tenuto occupati alcuni esponenti del management societario intervenuti per illustrare al sindacato di Poste italiane  i diversi capitoli che compongono “Deliver 2022″:

- Piano di trasformazione di Poste, Comunicazione e Logistica

- Strategie e nuovo modello di servizi di Bancoposta

- Modello di servizio e rete di vendita

- Lo sviluppo dell’offerta Assicurativa

- Prospettive e People Strategy

All’incontro, cui hanno partecipato le SS.NN. delle OO.SS. ed i Segretari Generali è seguito l’approfondimento. In calce (per chi vorrà approfondire) pubblichiamo il documento consegnato nel corso dell’incontro.

Nella stessa giornata l’amministratore delegato di Poste italiane ha reso noto l’ordine di servizio n. 18 dedicato al “Bancoposta” che ridisegna alcune strutture e le articolazioni.

Comunicato riunione piano industriale 10 maggio 2018

Presentazione Capital Market Day_10 maggio 2018

 

I RISULTATI DELLA TRIMESTRALE GENNAIO – MARZO DI POSTE ITALIANE

Il 10 maggio è stata anche resa nota la risultanza del primo trimestre 2018 del Gruppo Poste italiane ed i RISULTATI FINANZIARI:

  • Utile netto pari a €485 milioni (+38% rispetto al primo trimestre del 2017)
  • Ricavi di Gruppo pari a €2,9 miliardi (+1,8% vs. al primo trimestre del 2017)
  • Risultato operativo in notevole rialzo, a €703 milioni (+34% vs al primo trimestre del 2017),
  • Il totale delle masse gestite ha raggiunto €514 miliardi (+3,3% rispetto all’anno precedente)
  • Chiara visibilità con gran parte delle plusvalenze per il 2019 già assicurate con contratti a termine

Fra le indicazioni emerse c’è anche quella relativa al settore delle Corrispondenze e distribuzione dei pacchi, oggetto attualmente di una riorganizzazione (c.f.r. accordo dell’8 febbraio 2018) e cioè: Ricavi pari a €898 milioni (-1,8% rispetto al primo trimestre del 2017) e Risultato operativo pari a €263 milioni (+94,8% rispetto al primo trimestre 2017), per un Utile netto di €174 milioni.

I risultati della società hanno una evidente importanza, se si guarda al futuro dei rapporti con i vari stakeholder, al mercato esterno, ma soprattutto agli occhi puntati dalla politica del paese che si appresta a guardare il nuovo Governo che dovrebbe nascere, con molti interrogativi legati alle novità che si vorranno introdurre nei rapporti con le Aziende partecipate dallo Stato.

Per la leggere il comunicato aziendale sui RISULTATI FINANZIARI del 1° trimestre 2018 il LINK è: https://www.posteitaliane.it/files/

In allegato pubblichiamo il comunicato unitario sindacale al termine del working day tenutosi in Poste italiane sul Piano d’Impresa “Deliver 2022″: